Caritas Diocesana di Rimini
2012 Rapporto sulle Povertà

Centro Educativo

Il Centro Educativo Caritas è nato nel 2001 con lo scopo di accompagnare nella crescita alcuni bambini Rom e le loro famiglie. Successivamente, vista la positività dell’esperienza e l’emergere di nuovi bisogni, si è deciso di ampliarlo accogliendo anche bambini cinesi. A partire dal 2009 poi, il Centro vede la partecipazione di bambini di diverse nazionalità.

Il Centro Educativo Caritas vuole essere un luogo di incontro per i più piccoli, un posto dove i bambini possono condividere le loro culture i loro percorsi educativi e giocare insieme.

Il Centro si prefigge come obiettivo il supporto dei bambini nella loro crescita personale e il sostegno nel percorso di apprendimento scolastico mediante attività di doposcuola.

La maggior parte di loro sono nati in Italia da genitori immigrati, gli altri sono arrivati nel nostro paese nei primi anni di vita.

Molti dei bambini accolti al Centro hanno difficoltà con l’italiano perché provengono da famiglie nelle quali si parla solo la lingua del paese d’origine e così, anche per chi frequenta le elementari, andare a scuola e riuscire a svolgere correttamente i compiti diventa difficile senza un aiuto.

Il Centro è diventato luogo di incontro e scambio tra le famiglie grazie anche a momenti di festa come per esempio Natale e Carnevale. Inoltre negli ultimi anni ai bambini sono stati proposti anche laboratori creativi di disegno, maschere e danza educativa. Questi hanno favorito l’aggregazione e l’integrazione tra i vari bambini di nazionalità diverse, suscitando nuove e belle amicizie.

Ai bambini le cui famiglie si trovano in situazione di difficoltà economica, viene distribuito materiale scolastico.

Le attività del Centro sono rese possibili grazie alla presenza di 2 volontari adulti e 20 tra ragazzi e ragazze provenienti da diverse scuole superiori della città che si alternano nei diversi pomeriggi.

Nel 2012 al Centro Educativo hanno partecipato oltre 40 bambini di età compresa tra i 6 e 13 anni, la maggior parte di loro frequenta la scuola elementare, gli altri le scuole medie. Le nazioni di provenienza sono diverse: Cina, Tunisia, Marocco, Senegal, Macedonia, Albania, Ucraina, Perù e Bangladesh.

La promozione del Centro è avvenuta tramite contatti con le scuole e con i referenti delle associazioni di immigrati attive nel territorio.